Impianto solare termico

Richiedi un sopralluogo
impianto termico a energia solare

Un impianto solare termico per uso residenziale è fondamentalmente destinato alla produzione di acqua calda. Tuttavia un tale impianto, se opportunamente progettato, può essere abbinato ad una caldaia a pompa di calore per realizzare il riscaldamento ed il raffrescamento degli ambienti domestici. Perciò un tale impianto è davvero versatile, poiché entra in gioco sia nella stagione invernale che in quella estiva.
Il suo funzionamento si basa sul principio del catturare l’energia solare per immagazzinarla e poi utilizzarla ad esempio nel riscaldamento dell’acqua, al posto della tradizionale caldaia alimentata a gas.
Un impianto fotovoltaico ha fondamentalmente due parti: i pannelli solari ed un serbatoio di accumulo. Il fluido che scorre all’interno di un pannello solare viene riscaldato dal sole, trasferendo calore all’acqua che viene a sua volta quindi distribuita in casa.
I principali vantaggi di un impianto solare termico posso così riassumersi:

  • Si può risparmiare sui consumi del gas o dell’energia elettrica, anche per tutto l’anno. Infatti, anche in inverno l’impianto consente un preriscaldamento dell’acqua, cui consegue un minor uso della tradizionale caldaia e dei combustibili fossili necessari a soddisfare il fabbisogno termico
  • È previsto un incentivo economico, corrispondente ad una detrazione fiscale fino al 65% delle spese sostenute
  • Si stima un ritorno d’investimento in circa 3-8 anni e dal momento che l’impianto dura più di 20 anni, il ritorno economico è particolarmente significativo.
  • Sono previsti gli incentivi del conto energia termico, che mediamente contribuiscono a coprire in 2 anni il 40% dell’investimento.

Nell’ambito degli impianti solari termici si possono distinguere fra quattro tipologie diverse:

  • A Circolazione Naturale: l’acqua riscaldata dal sole sale per convezione in un serbatoio di accumulo e viene distribuita alle utenze domestiche. In tale impianto, l’acqua che viene consumata è sostituita con un afflusso esterno. Pur essendo semplice, questo impianto è tuttavia ad elevata dispersione termica e bassa efficienza.
  • A Circolazione Forzata: una pompa cede il calore raccolto dal fluido ad una serpentina posta nel serbatoio. Sono inoltre presenti un vaso di espansione, un controllore di temperatura. Sebbene il consumo elettrico sia maggiore per la presenza della pompa e della centralina di controllo, tuttavia l’efficienza termica di un tale impianto è davvero più elevata, poiché il serbatoio è posto all’interno e quindi meno soggetto a dispersione termica durante la notte o alle condizioni climatiche avverse.
  • A Svuotamento: il funzionamento è analogo al sistema a circolazione forzata, anche se questo impianto può essere riempito ed usato solo quando è necessario o possibile. Infatti, quando l’impianto ha raggiunto la temperatura desiderata, si svuota, oppure se manca il sole l’impianto non si riempie.
  • A Concentrazione con Inseguitore Solare: dotato di una particolare forma parabolica, tale impianto è in grado di concentrare i raggi solari in corrispondenza del fluido termo-conduttore.

Richiedi un sopralluogo gratuito